News

Anna Zamboni Concept – Inaugurazione Mario Merz – Performance


Anna Zamboni Concept fa la sua entrata in scena, inaugurando con un grande esponente dell’arte povera, Mario Merz.

 

Martedì 10 aprile 2018 è stata allestita la mostra con le due sale adibite all’opera di Mario Merz, sulla serie di Fibonacci, e alle proiezioni relative.

Danza e Arte diventano un tutt’uno: la performance interpretata da Giorgia Pizziol fa vivere le forme e le spirali dell’artista.

 

 

 

 

L’esposizione ha avuto un grande successo: molti gli ospiti e l’interesse per l’opera e il suo complesso significato, per la performance e per quest’iniziativa che combina due forme d’arte per originarne una nuova.

 

 

 

 

 

Abbiamo visto volti molto interessati e soddisfatti e questo ci spinge a continuare con grande entusiasmo e dedizione. Il pubblico è intervenuto più volte durante la presentazione di Anna Zamboni, dimostrando sincero interesse. Anna ha sottolineato la vicinanza concettuale della Danza al lavoro di Mario Merz. Infatti la Zamboni ha evidenziato che l’artista nella sua concretezza, nella sua ricerca della materia “primordiale”, si avvicina concettualmente all’uso del corpo nello spazio, così come è concepito nella Danza Contemporanea.

Mario Merz dopo i primi lavori anni 50′ che sono tutto sommato pittorici, cioè colore su tela e che già lasciano intendere i possibili sviluppi futuri più materici, passa a forme più scultoree, più vive nello spazio, così come lo è il corpo che danza. Esempio fra tutti i famosi igloo che occupano sale intere delle gallerie e che per l’artista vogliono significare l’espandersi del pensiero dell’Uomo nello spazio, così come il Danzatore espande nello spazio il proprio pensiero, insieme al suo corpo che danzando crea il volume coreografico e lo spazio stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + due =